Sono presenti 330 interviste.

07/12/2018
OUT OF THE EDGE
''Obiettivo? Non porsi limiti musicalmente parlando...''

04/12/2018
BRENT STEED
Quattro chiacchiere con un ''Ufo space rocker''...

tutte le interviste


interviste

16/10/2018   LA BOCCA
  ''Il nostro progetto, piuttosto personale e unico...''

Benvenuti ragazzi su Music Map. Presentatevi ai nostri lettori. ''Eccoci! Alessandra Lancini e Gian Franco Riva. Siamo La Bocca: un duo basso e voce, e per noi è un piacere essere qui con voi!''.

Nel vostro ultimo album "Evoluzioni" ci sono due cover. Non sveliamo il titolo. Come mai avete scelto queste due canzoni? ''Domanda interessante, potremmo dire che in qualche modo sono state loro a scegliere noi; le poche rivisitazioni di cover presenti nella scaletta dei nostri live sono sempre brani che in qualche modo ci rappresentano, pur appartenendo ad anni e generi spesso lontani tra loro. Pensiamo che la magia dello scrivere e del cantare appoggiandosi solo al basso lasci molto spazio all’immaginazione e all’interpretazione personale. Queste due canzoni ci hanno in qualche modo rapito. Accade un po’ come in quelle mattine in cui ti svegli con una canzone in testa che non ti molla anche se non sai perché''.

"Evoluzioni" è, appunto, il vostro ultimo lavoro. Come sta andando? ''Ci sta dando molte soddisfazioni e noi, tra istinto ed emozioni, siamo sempre più felici di comprendere che, piano piano, c'è sempre più pubblico che ammira il progetto. Certo, non sempre è facile purtroppo trovare spazi ed occasioni per proporre la nostra musica, ma non demordiamo, anche perché le conferme fortunatamente continuano ad arrivare''.

Ci sono delle particolarità dell'album che vorreste sottolineare? ''Abbiamo affrontato la produzione del disco in quattro e l'abbiamo “colorato” insieme. Il lavoro è stato molto diverso rispetto al primo album, “Due”, registrato in un pomeriggio in presa diretta con solo basso acustico e voce. Le tracce hanno preso forma piano piano, tra incontri e scontri di quattro teste diverse ma che comunque viaggiavano in sintonia verso un obiettivo comune. Lavorare a stretto contatto con Valerio Gaffurini del Cromo Studio e con Sergio Sgrilli ci ha permesso di realizzare il disco proprio come lo avevamo immaginato: sono le nostre “evoluzioni”, siamo sempre basso e voce ma ci muoviamo in atmosfere nuove''.

Alla produzione c'è un personaggio noto come Sergio Sgrilli. In cosa vi ha arricchito collaborare con un professionista come lui? ''Ci ha motivati, responsabilizzati, e ha messo a nostra disposizione la sua esperienza ponendosi soprattutto come un amico che crede in noi''.

Ci sono artisti che hanno influenzato le sonorità del vostro nuovo album? ''In realtà no. In studio non si è mai detto “registriamolo come...”, o “voglio il suono del basso come nel disco dei..” O ancora “la voce effettata come...”. Si è andati a gusto. Caso per caso. Il progetto è piuttosto personale e unico... e sarebbe difficile anche per noi prendere spunto da precedenti''.

C'è una canzone del vostro album a cui tenete particolarmente e che invitate ad ascoltare con maggiore attenzione? ''Domanda difficile. Un po’ come la scelta dei singoli da estrarre dai dischi. “Terra” è la traccia con cui abbiamo deciso di aprire il disco. Cominciate da lì. Magari il disco rimane a “girare“ e vi piace pure...''.

Che musica ascoltano Alessandra e Gianfranco del duo La Bocca? ''Qualsiasi, ma che emozioni e che ci somigli; che ci faccia sognare''.