Sono presenti 330 interviste.

07/12/2018
OUT OF THE EDGE
''Obiettivo? Non porsi limiti musicalmente parlando...''

04/12/2018
BRENT STEED
Quattro chiacchiere con un ''Ufo space rocker''...

tutte le interviste


interviste

30/10/2018   FKA IVAN E NIMEN
  ''La sperimentazione è ciò che ci muove...''

Diamo un caloroso benvenuto a Fka Ivan e Nimen. Raccontateci un po’ di voi… FKA Ivan: ''Ciao! Ho 20 anni, vivo in provincia di Modena e sono un produttore, cantante e tante altre belle cose''. Nimen: ''Ho 20 anni e vengo da Modena, faccio musica da quando ho memoria e scrivo, non solo testi''.

Ci sono artisti in particolare che hanno influenzato il vostro modo di suonare? FKA Ivan:'' Tantissimi, più di quanti io possa ricordare e nominare. Così sul momento ti direi Yung Lean, i Bathory e Bruce Springsteen''. Nimen: ''Sono tanti e hanno avuto ognuno un impatto diverso dall'altro, anche se ultimamente con Spotify ascolto talmente tanta musica che non so nemmeno come si chiamino gli autori. La lista sarebbe troppo lunga ma citerei Fabri Fibra in Italia e Yung Lean per l’estero''.

Di cosa parlano i vostri testi? FKA Ivan: ''Non hanno un argomento ben definito, diciamo solo che cerco di descrivere ciò che vivo giorno per giorno, come un diario''. Nimen: ''I miei testi sono spesso più mentali che materiali, non parlo di cose ma di situazioni e di come mi fanno sentire queste situazioni. Per renderla semplice: magari non parlo di vestiti e macchine ma di come mi fa stare l'ansia di essere in giro quando non ne ho voglia''.

Quanto tempo avete impiegato per la realizzazione del vostro nuovo album “Moonsaw”? Siete soddisfatti di questo lavoro? Rimpianti? FKA Ivan & Nimen: ''È difficile dirlo perché è una raccolta di brani che abbiamo realizzato in un vasto arco di tempo, e che più si addicevano alla realizzazione di questo progetto. Siamo estremamente soddisfatti. Nessun rimpianto''.

Come mai avete deciso di approcciarvi alla trap? FKA Ivan: ''Guarda, la “trap” la facciamo da prima che fosse diventata una moda. Io ci stavo già sotto nel 2010 con Gucci Mane. Bei tempi quelli, internet era pieno di siti che raccoglievano mixtape su mixtape, ogni giorno ne scaricavo una decina e me li sentivo tutti durante l’arco della giornata''. Nimen: ''Mah, in verità non ritengo che questa possa essere definita esattamente trap. Credo che con l'avvento di internet, dei social e la semplicità con cui ora si può creare e condividere musica, il confine tra generi sia estremamente labile. Questo album ne è un esempio, è difficile catalogarlo in un genere preciso. Comunque sia faccio musica da quando avevo 8 anni, semplicemente faccio quello che mi piace e con FKA Ivan le idee artistiche vengono fuori facilmente. Ci tengo a precisare però che gli argomenti trap ormai mi hanno annoiato e li odio profondamente. Spero che il genere si evolva rapidamente e questo è quello che vogliamo fare''.

Il vostro sound è davvero particolare. Avete mai pensato di esplorare altri orizzonti musicali? FKA Ivan: ''Certo, esploro la musica ogni giorno, ascolto sempre un po’ di tutto. Ho un album (al quale sto lavorando) che contiene influenze Hardstyle, Ambient, Drone, Indie e Metal, il tutto naturalmente miscelato con un po’ di buona vecchia trap''. Nimen: ''Ovviamente. In studio proviamo sempre mille cose, ovviamente non tutte escono ma la sperimentazione è ciò che ci muove''.

Raccontate al nostro pubblico il ricordo più bello e quello più brutto legato al vostro percorso musicale… Fka Ivan: ''La musica ti fa crescere, ti fa vivere tante esperienze. Queste esperienze possono essere divise in due categorie: quelle terrene, o meglio quelle fisiche (come ad esempio incontrare persone, vivere determinate situazioni) e quelle ultraterrene, qui lascio libera interpretazione. Personalmente di ricordi belli ne ho tanti, troppi da raccontare (sia di questo mondo che non), ma tutti questi ricordi che si sono venuti a creare nascono da mesi di sofferenza, mesi nei quali non riuscivo nemmeno ad uscire di casa per la paranoia ed utilizzavo la musica come uno sfogo. Forse sono proprio questi i miei ricordi più belli''. Nimen: ''Di ricordi belli è difficile trovarne, credo che questo che sto vivendo ora sia un periodo che ricorderò come uno dei più belli. Ora mi sento molto fiducioso in quello che faccio e sono sicuro che in futuro ci ripenserò felicemente. Il più brutto è di quando avevo 14 anni e avevo provato a registrare le mie prime tracce rap, ma ero ancora traumatizzato dalle persone che mi hanno sempre preso in giro per la r moscia, e risentendola sul beat decisi di mollare il sogno di diventare rapper. Solo dopo anni Fka Ivan mi ha dato coraggio e fiducia a riprovarci''.

Quali progetti avete per il futuro? FKA Ivan: ''Tanti, tanti progetti. Sto lavorando al mio secondo album da solista ed ad un paio di EP con dei miei cari amici, Vhsceral e Dwyer''. Nimen: ''Far uscire musica su musica senza mai fermarmi perché non riesco a smettere o a prendermi una pausa. Cercherò di far coesistere la musica e l'università finché potrò. Nel mio futuro più lontano vorrei non limitare la mia creatività al solo ambito musicale, ma dedicarmi anche alla scrittura''.

Se volete aggiungere altro non esitate… FKA Ivan: ''Un salutino ai miei homies Lester, Vhs e Dwyer''. Nimen: ''Und ich sag nein''.

Dove possiamo trovare la vostra musica? FKA Ivan & Nimen: ''Su qualsiasi piattaforma di streaming esistente, non ci sono scuse per non trovarci...''.