Sono presenti 378 interviste.

21/05/2019
LEVY
''Senza l'esperienza all'estero non avremmo capito molte cose fondamentali per la musica...''

14/05/2019
RETROLOVE
''Il rock, il modo più sincero e viscerale per raccontare qualcosa...''

tutte le interviste


interviste

16/01/2019   GRAN TORINO
  ''Le persone dovrebbero capire che il presente deve essere vissuto a pieno...''

Chi sono i Gran Torino? ''I Gran Torino sono Daniele Berni (voce e batteria) e Marco Paradisi (basso e chitarra)''.

Da pochissimo avete pubblicato il singolo “Abbracciami”. Di cosa parla questo brano? ''"Abbracciami" parla di quanto sia importante non smettere di ascoltare chi abbiamo accanto, non smettere di parlare con chi consideriamo importante, non smettere di cercarsi e meritarsi. Le persone dovrebbero capire che il presente, se vissuto a pieno, non ci farà cadere nei "c'era una volta"''.

Com’è nato il videoclip? ''Il videoclip è interamente frutto del lavoro dei ragazzi di Street Style Studio (Daniele Poli e Debora Sforzini), hanno interpretato il brano e messo in immagini ciò che la nostra musica ha scatenato nelle loro menti! I performers (Isidora Balberini e Niko Stasi) a loro volta hanno disegnato con i loro corpi le emozioni provate nell'ascoltare "Abbracciami"''.

Come avete conosciuto i tipi di Street Style Studio e cosa vi piace del loro modo di lavorare? ''È stata tutta “colpa” di Giulia Masarati, una nostra amica in comune. Stavamo cercando qualcuno che mettesse anima e corpo nella realizzazione del videoclip, cosa assolutamente non facile. Lei ci ha indicato i ragazzi di Street Style Studio e da lì è partita una meravigliosa collaborazione e, cosa più importante, una vera amicizia. La cosa che amiamo del loro stile è la passione che mettono nel lavoro senza mai risparmiarsi, la disponibilità nell'ascoltare e la capacità di dare un personale taglio artistico nel girare i videoclip''.

Quest’estate siete usciti con il primo singolo di questi Gran Torino “2.0”. Il suo titolo è “Che fine vuoi?”. Le novità rispetto ai lavori precedenti risiedono soprattutto nell’apporto dell’elettronica. Come mai avete deciso di inserirla nella vostra musica e come vi state approcciando a questo nuovo modo di arrangiare i brani? ''L'elettronica è stata una evoluzione naturale, va ad arricchire la struttura dei brani senza stravolgerla. Nel disco precedente, "Albero e Terra", questo compito era affidato alle fitta rete di chitarre registrate da Marco. L'approccio all'arrangiamento quindi non è diverso quanto spostato su sonorità più moderne, almeno per noi!''.

Prima di “Che fine vuoi?” non vi si sentiva da un bel po’ di tempo. Cosa avete fatto durante questa parentesi di silenzio? ''Il primo disco, "Albero e Terra", è arrivato lentamente al cuore di chi ci ha ascoltato, forse per la sua "non immediatezza", cosa che personalmente ci rende molto orgogliosi. Nel tempo sono aumentati i live ed i feedback positivi, dopodiché abbiamo aspettato di avere qualcosa da dire! Non avendo contratti o scadenze siamo stati liberi di scrivere con calma. I testi hanno richiesto mesi in più rispetto alla stesura musicale, il risultato lo sentirete presto, non vediamo l'ora!''.

Quali sono i progetti in cantiere? ''L'uscita del disco, un bel release dove festeggiare questo "parto" con amici vecchi e nuovi, e tutte le date che la strada ci metterà davanti. Vogliamo stare sul palco, lì tutto da sempre ha un senso. Per seguire i Gran Torino andate su https://www.facebook.com/GRANTORINOMUSIC/''. (Marzia Neri)