Sono presenti 451 interviste.

07/12/2019
ELENA DI NARDO
''Vorrei toccare i cuori della gente e lasciare ad ognuno un’impronta...''

06/12/2019
SISTEMA19
''Mi piacciono le “libertà estreme”, se si riesce a viverle in maniera equilibrata e non distruttiva...''

tutte le interviste


interviste

09/05/2019   ARE YOU REAL?
  ''L'alt-folk, una scena sotterranea che merita di essere scoperta...''

Ciao Andrea, ''Elephant Serenade'' è il tuo nuovo singolo. Raccontaci com'é nata l'idea per questo video così onirico... ''Nasce dalla mia attrazione per i boschi. A dicembre sono andato nei sentieri intorno casa, con la macchina fotografica e il cavalletto. La mia ragazza, Cinzia, mi ha dato una mano a girare alcune scene. Facendolo, mi sono reso conto che stavo dando forma a qualcosa di molto profondo. Anni fa ho fatto un viaggio sciamanico''.

Cos'é un viaggio sciamanico? ''E' un sogno lucido. Chiudi gli occhi e, al suono di un tamburo, cerchi di visualizzare l'ingresso per il mondo inferiore, come lo chiamavano gli sciamani. Noi diremmo l'inconscio, ovviamente. Comunque lo chiami, è una dimensione molto diversa dalla fantasia. Niente di quello che vedi, se funziona, è simile a quanto puoi normalmente concepire. Arrivano risposte, l'energia del tuo corpo cambia. Io ho vissuto un cambiamento durato alcuni mesi. Ecco, nel mio caso il mondo inferiore era un bosco, molto simile a quello che ho ripreso''.

Quindi nel video hai messo in scena quell'esperienza? ''Metterla davvero in scena era impossibile, avrei avuto bisogno di effetti speciali che neanche Harry Potter! Ho semplicemente creato delle inquadrature che evocavano, in modo stilizzato, alcune delle cose successe laggiù. Che tra l'altro si ricollegavano ad un verso della canzone...''.

"I am myself and maybe something else"? ''Esatto. A quello fanno riferimento le scene in cui appaio sdoppiato o triplicato''.

La canzone era già uscita prima del video? ''Sì, la canzone era uscita a Capodanno su una bella compilation di Pipapop Records: ''Pipapop Corn''. Se vi piace l'alt-folk vi consiglio di ascoltarla perché ci sono artisti davvero splendidi: Dnezzar, Capitano Merletti, Charles Wallace, Emma Grace. Una scena sotterranea rispetto al pop italiano, ma che merita di essere scoperta''.

La stessa che stai tentando di promuovere con la tua etichetta? ''Sì. Nella mia attività di produttore ho curato il disco di An Early Bird, che ha raccolto molti consensi. Quello di A Red Idea, appena uscito. E altri di prossima pubblicazione, il nuovo album dei Leptons, quello di Lilac Snow. Sono sempre alla ricerca di nuovi progetti per la mia etichetta, Beautiful Losers, quindi contattatemi!''.