Sono presenti 589 interviste.

29/09/2020
SILVIA CECCHINI
''Occorre tanta forza di volontà per crescere continuamente...''

29/09/2020
FRANCES ARAVEL
''Entrare, attraversare ed uscire da un’emozione, che sia bella o brutta...''

tutte le interviste


interviste

12/11/2019   LEKKA
  ''Il nostro electro rock, per abbattere le barriere tra il pubblico delle discoteche e quello dei live...''

Abbiamo parlato con i Lekka, una band di Milano tra i più rari esempi di musica elettronica suonata dal vivo in Italia. Hanno pubblicato di recente un nuovo album (il primo full length) dal titolo ''Primal Drives'', confermandosi un elemento nostrano nella scena già tracciata da band come Soulwax, Justice e Daft Punk. Abbiamo scambiato quattro chiacchiere con loro!

Ciao ragazzi e benvenuti. Partiamo dalle presentazioni: chi sono i Lekka? ''Ciao! I Lekka sono Luca, Matteo e Francesco, tre ragazzi che hanno deciso di mettere in piedi un progetto electro rock, per cercare di abbattere le barriere tra il pubblico delle discoteche e quello dei live''.

Qual è il vostro background musicale e come è nata l’idea di iniziare un progetto musicale insieme? ''Veniamo tutti e tre dalla musica “normale”, nel senso di non elettronica. Io (Luca) e Teo suonavamo insieme in una band funky, Frank viene dallo stoner rock. Ad ogni modo, tutti e tre abbiamo sempre ascoltato tanta musica diversa''.

Che cosa NON deve aspettarsi chi si avvicina alla vostra musica per la prima volta? ''Beh, sicuramente NON deve aspettarsi una band allineata con la musica che va per la maggiore in questo periodo. Niente “it-pop” o derivati quindi, ma tanta buona dance music!''.

''Primal Drives'' è il vostro primo full lenght. Come vi sentivate la sera prima del rilascio? ''Beh, un po’ emozionati in realtà sì. Ci abbiamo investito molto, più che altro in termini di idee, fatica e tempo. Siamo molto contenti però di come è stato accolto da pubblico e critica''.

Fra tutti i brani presenti nell’album, qual è quello di cui siete più legati? ''È difficile sceglierne solo uno. Potremmo dirti “Run run run” perchè è stato il primo singolo, ma tutte e nove le tracce ci piacciono e ci rimandano a qualcosa''.

Avete voglia di parlarci del vostro modus operandi? Come nasce un pezzo dei Lekka? ''Dipende da brano a brano. In linea di massima si puó dire che Matteo (voce, tastiere e synth) di solito fornisce l’input iniziale, poi io (Luca: voce, chitarra e basso) mi occupo più dello sviluppo dello stesso e Frank (batteria) della ritmica''.

Piccola curiosità: nel 2016 avete pubblicato una traccia dal titolo ''Gustavo Fring''. Chi di voi è il fan di Breaking Bad? Come è nata l’idea di questo pezzo? ''Tutti e tre! Il titolo è nato dopo il brano e ci è sembrato perfetto per rappresentarlo. È un brano molto forte, proprio come il personaggio in questione. Il campionamento di alcune frasi di Gustavo Fring ha contribuito ancora di più a caratterizzarlo''.

Come dovrebbe essere secondo voi il live perfetto? Ne avete qualcuno in programma prossimamente? ''Il live perfetto non esiste, ma se esistesse sarebbe in un club strapieno di gente che ha voglia di ballare e divertirsi! La location è importante, ma il pubblico lo è di più! Al momento non abbiamo date fissate poichè siamo alla ricerca di un’agenzia di booking che ci dia una mano''.

Quali sono le vostre aspettative per il 2020? ''Come anticipato poco sopra, vogliamo aumentare il numero dei live! Ora ci stiamo muovendo da soli ma senza il supporto di un booking diventa tutto più complesso. Quindi dal 2020 ci aspettiamo una bella agenzia! :)''.

Come possiamo seguirvi? ''Siamo presenti su tutti i principali social network. Qui gli indirizzi dove potete trovarci:
https://www.facebook.com/wearelekka
https://www.youtube.com/wearelekka
https://www.instagram.com/we_are_lekka
https://soundcloud.com/wearelekka