Sono presenti 450 interviste.

06/12/2019
SISTEMA19
''Mi piacciono le “libertà estreme”, se si riesce a viverle in maniera equilibrata e non distruttiva...''

05/12/2019
INCOMODO
''Questa società arrogante è la somma di singoli individui che vivono nel malessere...''

tutte le interviste


interviste

22/11/2019   BRANDO
  ''Fate il nostro viaggio, pieno di sogni, di emozioni e di grandi verità...''

Presentatevi ai nostri lettori e presentate anche il vostro progetto musicale Brando. ''Brando è un progetto musicale, non solo una semplice band, formato da 5 elementi. E’ partito tutto da un viaggio a Londra nel 2017 del frontman, l’attore italiano Marcello Maietta, dove ha capito che la sua rinascita dipendeva dalla musica, una sua “seconda pelle”. Marcello Maietta e l’amico Francesco Casadei Lelli fondano quindi Brando. L’album “Le nostre verità” rappresenta la sintesi del nostro progetto, un viaggio in musica dei sentimenti che ognuno di noi prova, nel corso della propria vita e che spesso sono difficile da descrivere a parole''.

Una domanda per Marcello Maietta. Da attore a musicista: quanto questi due volti si influenzano a vicenda? ''Non esiste il sentirsi più o meno qualcuno, è semplicemente l’espressione che cerco in ogni mia giornata e nell’arte che interpreto tutti i giorni, sia quando recito che quando canto. La musica e la recitazione rappresentano la più alta forma di espressone per rappresentare i sentimenti che le persone provano in ogni momento della propria vita''.

Da cosa deriva il nome “Brando”? E perché? ''Non c’è una vera e propria derivazione del nome, Brando è soltanto il nome che Marcello Maietta attore ha dato al suo alter ego in musica''.

Il vostro primo lavoro in studio si chiama “Le nostre verità” ed è un concept album: credi che di questi tempi, di ascolti veloci in playlist, su Spotify, ci sia ancora posto per opere complesse come un concept? ''Spotify e tutte le piattaforme digitali rappresentano una vetrina, uno store di “quick music”, nel mio percorso musicale e artistico i miei più grandi artisti di riferimento uscivano sempre con un album di almeno 10 brani, che doveva rappresentarli e raccontare al pubblico qualcosa della band. Questa è la filosofia della nostra band''.

Di cosa parla “Le nostre verità”? ''“Le nostre verità” è il nostro primo concept album, 10 tracce che raccontano un bisogno, il viaggio interiore del frontman Marcello Maietta, nell’ultimo anno e mezzo. Il tema principale è quello della perdita e della rinascita con una “nuova pelle”''.

Quali sono, invece, le fonti di ispirazione, da un punto di vista prettamente musicale? ''Ci sono tante influenze, sicuramente si parte dai Nirvana, Bjork, per arrivare ai Muse e ai Placebo''.

Un progetto interessante, legato a questo album, è l’uscita di vari videoclip, a ripercorrere la storia narrata nel concept, come una serie TV… ''Abbiamo deciso di pubblicare i primi cinque singoli dell’album a puntate, come una serie TV, ogni due mesi, dando al nostro pubblico il giusto tempo per assaporare ed elaborare le proprie emozioni nei brani. Il viaggio poi si è fermato a luglio per l’uscita dell’album. In contemporanea, per accontentare le richieste dei fans, sempre il 12 novembre scorso, abbiamo deciso di far uscire un videoclip live, composto da quattro brani del disco: “Le nostre verità”, da cui prende il nome l’album, “Come ti vorrei”, “La vita che ti perdi” ed “Ora che è finita”''.

Volete aggiungere qualcosa? ''Ascoltate “Le nostre verità”, nella speranza che facciate il nostro stesso viaggio pieno di sogni, di emozioni e di grandi verità, non solo le nostre''.

Salutate i nostri lettori… ''ROCK, always!!!''.