Sono presenti 450 interviste.

06/12/2019
SISTEMA19
''Mi piacciono le “libertà estreme”, se si riesce a viverle in maniera equilibrata e non distruttiva...''

05/12/2019
INCOMODO
''Questa società arrogante è la somma di singoli individui che vivono nel malessere...''

tutte le interviste


interviste

03/12/2019   SESTOMARELLI
  ''Cerchiamo sempre di evolvere e non ci preoccupiamo di essere o meno incasellati in un genere rigido...''

Abbiamo incontrato i Sestomarelli: Alessandro Aliprandi (chitarra elettrica e acustica, cori, mandolino), Roberto Carminati (voce solista, chitarra acustica), Mariela Valota (violino), Alessandro Muscillo (basso) e Simone Danesi (batteria e percussioni).

Ciao ragazzi, venerdì è uscito il vostro nuovo disco “Fra l’amore e il rumore”, raccontateci un po’ questo titolo che avete scelto. ''Il titolo del disco è anche una frase tratta dal ritornello del brano ''Pagando'', che è stato in lizza per diventare il primo singolo estratto dal disco e, anzi, per dare il titolo all’intero lavoro. Significa che ci siamo, che andiamo avanti, nonostante tutto. Nonostante il rumore bianco esterno, nonostante la fatica e gli sforzi che tutti nel nostro quotidiano siamo chiamati a fare, come artisti e come persone. Sospinti dall’amore, per la musica e per le nostre canzoni, dall’amore di chi ci circonda e ci sopporta, principalmente''.

Nel disco troviamo i Pogues e troviamo anche la letteratura di Ferraris, di Mircea Eliade, di Edgar Allan Poe… come mai queste scelte artistiche? ''Per quel che riguarda i Pogues, è abbastanza semplice da spiegare: sono (stati) fra le nostre principali fonti di ispirazione e il brano ''Boys from the county hell'' del quale abbiamo riproposto un nostro arrangiamento e una nostra versione italiana, lo consideriamo una autentica gemma. Gianluca Ferraris è un ottimo scrittore (e un eccellente cronista) e ha sempre menzionato, ampiamente, i Sestomarelli nei suoi gialli, all’interno dei quali la colonna sonora, per dir così, ha sempre un ruolo molto importante. Eliade ha solo fornito un titolo, qui, visto che la sua Signorina Christina ha ispirato le vecchie registrazioni del pezzo: poi, il testo è cambiato del tutto e Miss Christina è un simbolo di quanto triste e gretto ognuno di noi possa essere in talune circostanze, ma non è né un uomo né una donna in carne e ossa. A Edgar Allan Poe è andata molto peggio: senza alcuna vergogna ne abbiamo piegato i versi di Bridal Ballad a una riedizione in italiano che resta solo in parte fedele all’originale. Ma speriamo non abbia troppo a rigirarsi nella tomba, per questo''.

Raccontateci come avete scelto l’immagine di copertina del disco e cosa significa. Risponde qui direttamente il bassista e illustratore Alessandro Muscillo: ''Sono abituato alla trasformazione di concetti in immagini, ma non è sempre facile essere originali e allo stesso tempo catturare l’attenzione di chi osserva. Fin dall’inizio ho cercato di appoggiarmi al titolo dell’album, ''Fra l’amore e il rumore''. Ho avuto l’illuminazione in autostrada, guidando verso un locale per un concerto. Per primo è arrivato il cartone delle uova, che comunemente è usato nelle sale prova per isolare il Rumore, appunto. E poi di conseguenza l’uovo che, oltre a poggiarsi alla perfezione sul cartone, è simbolo e frutto assoluto dell’Amore. Magari son stato troppo didascalico ma alla band l’idea è piaciuta fin da subito''.

I Sestomarelli con “Fra l’amore e il Rumore” in che direzione stanno andando? Cosa avete voluto comunicare con questo nuovo lavoro? ''Dal punto di vista degli arrangiamenti e delle sonorità rappresenta forse una piccola svolta in direzione di ambientazioni più tipicamente pop e rock, forse, in contrasto con quelle più folkeggianti delle origini. Da questo punto di vista tuttavia anche ''Possibilmente'' presentava un sound diverso da quello di ''Acciaierie e Ferriere Lombarde Folk'': è segno che cerchiamo sempre di evolvere e non ci preoccupiamo di essere, o meno, incasellati in un genere rigido''.

Progetti per il futuro? ''Sopravvivere, principalmente. Di questi tempi è già un risultato. E non solo per noi. Poi, certamente, siamo e saremo impegnati a portare a spasso ''Fra l’Amore e il Rumore'' e il singolo ''Urgente'' ovunque si presenti l’occasione: non resta che rimanere ben sintonizzati''.