Sono presenti 463 interviste.

24/01/2020
INIGO
''Mi piace raccontarmi attraverso le canzoni perché è la cosa che mi viene più facile fare...''

21/01/2020
ARE YOU REAL?
''La mia fortuna è che non so copiare bene, e alla fine vengono cose originali...''

tutte le interviste


interviste

04/12/2019   MARTINY
  ''Finora mi sono rilassato, adesso è il momento di rimboccarsi le maniche!''

Abbiamo incontrato Martiny, cantautore triste di Viareggio, cinico-romantico, l'alcol e le feste nel sangue e un fantastico disco d'esordio fuori per La Clinica Dischi dal titolo ''Post Relax''. Con lui abbiamo parlato proprio del titolo, influenze musicali, progetti futuri. Buona lettura!

Ciao e benvenuto. Partiamo dalle presentazioni: chi è Martiny? ''Martiny è Alessandro Martini, amante della buona musica e delle passeggiate sul molo di Viareggio al mattino presto, una cosa che accomuna me e tanti pensionati delle mie parti, ma è la verità. Magari con un po’ di rock’n’roll nel mezzo''.

''Post Relax'' è il tuo album d’esordio. Hai voglia di raccontarci a cosa fa riferimento il titolo? ''Post relax è quel periodo della vita, o almeno per me è stato così, in cui capisci che devi assumerti qualche responsabilità e iniziare a trovare il tuo posto in tutta questa cosa incasinata chiamata “vita”. Finora mi sono rilassato, adesso è il momento di rimboccarsi le maniche!''.

Che cosa non deve aspettarsi chi si approccia ad ascoltare il tuo disco per la prima volta? ''Un album pop sicuramente non è, ma nemmeno così indie, che poi indie ormai non ha più valore come parola da tanto che è stata abusata. Diciamo che è un lavoro sincero, dove dentro ho messo tutto quello che ho imparato fino ad ora''.

Quali sono state le influenze musicali che ti hanno portato alla creazione di ''Post Relax''? ''Ci sono tante cose dentro, dal pop al Lo-Fi, fino a elementi che richiamano il Jazz. Sono stato piuttosto “free mind” nella realizzazione, ovviamente anche il mio produttore Leonardo Lombardi (de La Clinica Dischi) ha seguito questa scia in fase di produzione e arrangiamento. Non ci siamo posti limiti, ecco''.

Tra tutti i brani presenti dell’album, qual è quello cui sei maggiormente legato? ''Credo “Affittami” sia la traccia a cui tengo di più, scritta in un momento particolarissimo, è stata quella che ha dato il via a tutta questa avventura''.

Hai già qualcosa in mente per i tuoi prossimi progetti? ''Sicuramente portare il disco in giro per l’Italia! A fine gennaio inizia il tour e non vedo l’ora! Nel frattempo, penso che a breve tornerò in studio per registrare delle cose, o almeno provarci e vedere cosa ne esce. Sicuramente qualcosa di diverso da quello che ho fatto fino ad ora, non so se meglio o peggio, vedremo!''.

Come possiamo seguirti? ''Su Instagram (@martinysuona), Facebook e ovviamente su Spotify e simili''.