Sono presenti 757 interviste.

22/04/2021
MAURIZIO FERRANDINI
''Non ho dipendenze a parte la liquirizia... che riesco comunque a controllare...''

20/04/2021
SIMONE FORNASARI
''Sono uno che ricerca un momentaneo equilibrio, altalenando tra precipizi e picchi di luce...''

tutte le interviste


interviste

26/02/2020   I RAGAZZI DEL MASSACRO
  ''Nei nostri testi, storie noir in bilico tra criminalità e vita estrema...''

I Ragazzi del Massacro è il nome della vostra formazione ma anche il titolo del vostro nuovo disco. Perché lo avete scelto? ''Perchè volevamo un nome che indicasse l'origine del gruppo, cosa di meglio di un romanzo ambientato in Piazzale Loreto a Milano? Per giunta è un romanzo che esprime la narrativa dei nostri testi. Storie noir in bilico tra criminalità e vita estrema...''.

Le vostre canzoni sembrano uscite da un’altra dimensione: mischiate post punk, new wave, immaginario di b movie fantascientifici. Come siete arrivati a questo stile personale? ''Unendo quattro estrazioni musicali differenti: ognuno di noi arriva da una corrente alternativa diversa, ognuno con le proprie passioni, tutto questo lo mescoliamo e soprattutto cerchiamo di scrivere senza pregiudizi e senza cercare di assomigliare a qualcosa di preciso''.

Dite che la vostra musica arriva direttamente dalle scene berlinesi e londinesi anni ’70 e ’80. Cosa c’era allora in quelle città che a Milano nel 2020 non c’è più? ''La musica live e la speranza!''.

Se poteste consigliare ai nostri lettori un libro, un film e un disco che racchiudano lo stile de I Ragazzi del Massacro, quali sarebbero? ''Libro: ''I ragazzi del massacro'' o ''Cristiana F noi i ragazzi dello zoo di Berlino'', film "Il cielo sopra Berlino", disco: ''The night disease'' dei Madrugada''.