Sono presenti 561 interviste.

14/07/2020
GIOSEF
''Poter esternare le proprie emozioni ti libera e ti rende positivo e lungimirante...''

14/07/2020
ACHELLOOS
''Si può vivere anche cent'anni senza averne realmente vissuto uno...''

tutte le interviste


interviste

25/03/2020   VALTURA
  ''La figura umana sta perdendo il suo lato spirituale, rifugiandosi in tutto ciò che è passeggero...''

Ciao ragazzi, presentatevi per i nostri lettori. ''Ciao a tutti, Valtura è un idea che nasce da una grande voglia di divertirsi suonando e di comunicare a chi ci ascolta quelli che sono i nostri valori e le nostre passioni. Siamo Tommaso Seconi (chitarra e voce) e Danilo Pichilli (batteria, percussioni e pad), teramani di stanza a Bologna. Valtura però non siamo solo noi due ma chiunque condivide i nostri principi e ha voglia di mettersi in gioco con noi, infatti abbiamo avuto la fortuna di suonare con tante persone diverse imparando ognuno dall'altro e condividendo le nostre idee''.

Avete pubblicato da poco il singolo “Eloi Eloi”: di cosa parla questo brano? ''"Eloi Eloi" esprime quello che spesso caratterizza oggi la nostra società, in cui si dà spazio al consumismo, prevale il moralismo e anche la figura umana perde il suo lato spirituale rifugiandosi piuttosto in tutto ciò che è concreto, materiale e passeggero, anche se il Piccolo Principe diceva che "l'essenziale è invisibile agli occhi". Troppo spesso infatti si dà spazio all'invidia, alla vanità e al voler essere superiori in qualsiasi circostanza. Con questo brano cerchiamo di mettere a fuoco questi atteggiamenti''.

Utilizzando l’espressione originale in aramaico, volete abbracciare un certo tipo di musica degli ambienti cristiani oppure avete lasciato la lingua originale per altre ragioni? ''Con l'espressione originale vogliamo sottolineare maggiormente quanto in questo periodo l'uomo si sia allontanato da Dio tanto da non chiedergli nemmeno più perché l’abbia abbandonato, diventando così l’individuo stesso il “dio” di sé stesso. Certo, non siamo qui per dare un insegnamento religioso ma soltanto per invitare chi ci ascolta a riflettere con noi su questo argomento che ci coinvolge tutti''.

Musicalmente la vostra proposta attinge a piene mani dal folk cantautorale. Quali sono i vostri principali riferimenti? ''Non abbiamo in realtà dei generi fissi di riferimento, siamo sempre stati appassionati di cose varie, variando dal cantautorato italiano al rap al pop ai grandi miti del rock ecc. Come band invece siamo nati con il folk, più che altro perché era un genere che ci accomunava tutti già nella prima formazione nata a Teramo e più ricca di elementi, poi nel tempo è ovvio che mutano i pensieri, le passioni, i gusti e di conseguenza anche la composizione musicale. In poche parole si cresce ed è quello che è avvenuto ai Valtura e che continua a succedere anche in questo momento che ci proponiamo come duo''.

Ci sono stati dei cambiamenti nel vostro approccio alla composizione, tra il primo album del 2016 e questo singolo uscito a quasi quatto anni di distanza? ''Sì, certo: prima di tutto perché nel 2016, come dicevamo prima, eravamo più elementi (i Valtura erano in cinque) e quindi si portavano le varie idee in sala prove e si sviluppavano tutti insieme. Adesso principalmente registriamo le idee in casa con i vari programmi di registrazione per poi passare direttamente in studio. Ovviamente nel tempo, cambiando noi come persone, cambia anche il nostro modo di pensare, o meglio, il pensiero si arricchisce e quindi anche i testi seguono nuove tematiche e le melodie vengono eseguite in modo differente abbracciando così anche nuovi generi eseguendo quello che più ci appartiene''.

Cosa state progettando per il futuro immediato? Ci sarà un album? ''Seguirà ad "Eloi Eloi" un altro singolo, e adesso ci stiamo concentrando per un disco. Nei quasi quattro anni di tempo trascorsi da "I fiori del mio viso" ad "Eloi Eloi" non siamo rimasti fermi ma ci siamo dedicati principalmente ai live e alla scrittura di nuovi brani, seguita ovviamente da tanti cambiamenti. Di brani quindi ne abbiamo diversi, anche se non li abbiamo ancora registrati''.

Per quanto si possa programmare qualcosa in questi tempi di coronavirus, ci sono dei concerti in vista? ''Per il momento no, stiamo ancora valutando come muoverci su questo aspetto e non nascondiamo che la voglia di suonare in giro è tanta però, virus a parte, vogliamo essere sicuri di poter dare il massimo prima di riprendere i live, per cui sicuramente prima pubblicheremo altri lavori''.

Fateci sapere come possiamo restare aggiornati sulla vostra attività. ''Potete ovviamente seguirci sui canali social Facebook, Instagram, YouTube etc… che vengono continuamente aggiornati con i nuovi lavori e tutto quello che c'è da sapere. Qui i nostri link:
Facebook: www.facebook.com/valturaofficial/
Youtube: www.youtube.com/channel/UCPLGU2AMnTNYS3DB1cU8iRw
Instagram: www.instagram.com/valtura_official/
Spotify: https://open.spotify.com/artist/35KsEjIrWIvpPIu88sOH3j?si=-nOsQaoXRh-mJe8KvW8oJQ

Grazie ragazzi, a presto. ''Grazie a te e agli amici di MusicMap''. (GIANPAOLO MORELLI)