Sono presenti 519 interviste.

26/05/2020
CATO
''Sono un amante della musica, e dei viaggi on the road...''

26/05/2020
PYMHAUS
''Noi siamo ''limited edition'', per tanti ma non per tutti!...''

tutte le interviste


interviste

03/04/2020   MOUTH WATER
  ''La musica rock sopravvive ma non è più pop né mainstream...''

Lawrence, piacere di conoscerti e benvenuto su Music Map. Raccontaci tutto del progetto MouthWater. ''L’idea del progetto Mouth Water nacque qualche anno fa quando suonavo il basso in un’altra band in cui non ero autore. Feci ascoltare a un’amica della band alcune mie vecchie composizioni in inglese. Le piacquero tanto che mi spinse a svilupparle e mi presentò anche il mio attuale manager, il quale pure mi ha spronato molto. Poi nel 2017 a un concerto ho incontrato la DJ Elle Vegas, italo-inglese, che ha accettato di entrare a far parte del progetto soprattutto per darmi un supporto nei live, ma anche concedendo la sua immagine sia per l’album che per i video. Fin dal principio l’idea è stata quella di creare una musica pop originale con una spinta dance. Infatti i nostri live set sono costituiti da un DJ set + basso elettrico o synth, e non escludiamo che in futuro possano aggiungersi altri musicisti. Per il momento siamo ovviamente fermi con i live, ma stiamo lavorando al secondo disco''.

Il vostro nuovo singolo con video ufficiale è ''Montana''. La prima parola che ci viene in mente ascoltandolo è dance. La finalità delle tue produzioni è far ballare le persone? ''Una delle finalità è sicuramente far ballare, ma in un contesto daytime disco, in quanto i brani sono anche da ascolto e ce ne sono alcuni più tranquilli. Verso la fine del 2020 comunque uscirà una raccolta di 13 remix dell’album ''Mouth Water'', decisamente più da club''.

Sappiamo che sei italo americano. Nella tua musica c'è più Europa o America? ''Ho sempre pensato che ci fosse più America perché le mie influenze sono per la maggior parte d’oltreoceano, ma un compositore fiorentino mi ha recentemente detto che si sente molta italianità nelle mie melodie, anche so ho un modo di cantare molto pacato''.

Negli ultimi anni la figura del DJ ha assunto sempre più importanza. Possiamo affermare che i Dj più famosi al mondo hanno forse preso il post delle rock star. Sei d'accordo? ''Pienamente. La musica rock sopravvive ma non è più pop né mainstream. Però anche l’era dell’EDM sta finendo per cui credo che in futuro ci sarà un riavvicinamento al rock che farà una sorta di ritorno contaminando gli altri generi. Io stesso nei miei brani amo utilizzare basso, le chitarre elettriche insieme a synth e batterie programmate''.

Come suoneranno le prossime tracce di MouthWater? Puoi anticiparci qualche cosa sul vostro futuro? ''Continueremo su questa onda pop/daytime disco, ma collaboreremo anche con dei cantanti diversi per dare un po’ più di energia alle produzioni. Inoltre credo che mi occuperò della composizione e produzione dai brani, lasciando il mix ad altri perché è molto difficile mixare i propri pezzi dopo averli scritti suonati e registrati. Si perde un po’ la bussola''.