Sono presenti 519 interviste.

26/05/2020
CATO
''Sono un amante della musica, e dei viaggi on the road...''

26/05/2020
PYMHAUS
''Noi siamo ''limited edition'', per tanti ma non per tutti!...''

tutte le interviste


interviste

05/05/2020   GINEZ E IL BULBO DELLA VENTOLA
  ''Occorre riflettere su come tante realtà siano diverse dal nostro salotto e dal nostro divano...''

Ad un anno e mezzo dal nostro primo incontro, tornano su Music Map Ginez e il Bulbo della Ventola, band che nel frattempo ha pubblicato il nuovo album intitolato “L’ultima cena”, pubblicato alla metà dello scorso anno.

Bentornati su Music Map. Ci sono novità per quanto riguarda la vostra band oltre all'uscita del nuovo album? ''Grazie a voi per averci ancora una volta invitato. Come ben potrete immaginare, vista l’inimmaginabile situazione che ci circonda, le novità di oggi sono esclusivamente dedicate alla promozione dell'album e alla progettazione di nuove idee. Tutto quello che riguarda le proposte dal vivo è ovviamente interrotta''.

“L’ultima cena”. Che significato ha questo titolo così diretto? Sarà mica il tramonto della band? ''No, assolutamente, la band è viva, vegeta e vogliosa di ricominciare a suonare dal vivo. “L’ultima cena” è, oltre che il nome dell’album, anche il titolo del brano di apertura, brano che ricalca perfettamente lo spirito del disco, un disco che parla di addii e cambi di rotta''.

“Lampedusa” parla del mare che è sempre un elemento presente nelle vostre canzoni. Il titolo della canzone lascia già presagire un messaggio importante. Come è nata e quale è stato l’episodio che vi ha dato l’input per questa canzone? ''“Lampedusa” è nata proprio nel momento in cui l’attenzione dei mass media era tutta concentrata sull’enorme tragedia della fuga di migranti vittime di guerre o carestie, o semplicemente in cerca di nuove possibilità. Crediamo che sia una situazione talmente importante e mal gestita che debba assolutamente farci riflettere su come tante realtà siano diverse dal nostro salotto e dal nostro divano''.