Sono presenti 622 interviste.

29/10/2020
KALPA
''La musica è qualcosa di intraducibile in maniera universale, può mutare di significato a seconda del fruitore...''

27/10/2020
DIONISO
''Puntiamo sempre a divertirci e a far passare la nostra arte in maniera diretta...''

tutte le interviste


interviste

10/07/2020   BRANDO MADONIA
  ''Sono ispirato dalla quotidianità della vita, da ciò che si vede, si sente...''

Brando Madonia nasce a Catania nel 1990. Gli anni Novanta vedono la città siciliana, contesa tra vulcano e mare, rinascere nel pieno fermento artistico, che l’ha portata ad essere ribattezzata la “Seattle italiana”. Il giovane Madonia, figlio d’arte, respira sin dai primi vagiti l’atmosfera della musica, grazie al padre, Luca Madonia, voce e frontman della nota band musicale “Denovo”. Cresce assaporando le sonorità di una terra in costante evoluzione, entrando in contatto con tutte le più svariate sfaccettature dell’arte e della musica. Nel 2006 fonda la sua prima band, suonando cover di artisti internazionali e brani inediti in inglese. Dopo aver dato vita a diverse formazioni, nel 2012 insieme a due amici decide di creare la band “Bidiel”, dalle iniziali dei loro nomi, con cui prese parte all’edizione di Sanremo Giovani. Grazie a questa esperienza, Brando si affaccia al mondo musicale nazionale e, con i Bidiel, registra due album cominciando a misurarsi con un tour italiano e la partecipazione a numerosi festival. Il percorso musicale intrapreso da Brando durante questi anni di studio trova espressione in un nuovo progetto discografico, per la prima volta da solista, già in fase di registrazione con l’etichetta discografica indipendente Narciso Records, fondata nel 2002 da Carmen Consoli. Dopo aver pubblicato il suo brano di debutto “I pesci non invecchiano mai” lo scorso 8 maggio, Brando ha pubblicato un secondo brano dal titolo “La Festa” lo scorso 3 luglio.

"La Festa" è un brano che parla dell'alienazione, di quando ci allontaniamo da noi stessi e dagli altri. L'alienazione è una cosa positiva o negativa? ''Dipende da tante cose, in questo caso racconto una festa forzata, un bisogno di apparire e fare determinate cose che non ci appartengono. In realtà siamo liberi di scegliere cosa ci fa stare bene''.

Come e quando hai scritto questo brano? ''Tempo fa, sicuramente ispirato dalla quotidianità della vita, da ciò che si vede, si sente, dalle relazioni e dai rapporti sociali che ho vissuto''.

Come ti è stato chiesto di aprire i concerti di Max Gazzè? Raccontaci di questa esperienza. ''Per me è stata una doppia emozione, non pensavo di tornare a suonare live presto e sicuramente non pensavo di farlo aprendo i concerti di Gazzè. Esperienza che ricorderò per sempre!''.

Tuo padre, Luca Madonia, era la voce e il frontman dei Denovo. Qual è il più grande insegnamento che ti ha lasciato? ''Sono cresciuto attorno alla musica, anche in maniera involontaria mio padre mi ha passato la passione. E crescendo ho iniziato a scrivere i primi brani, le prime musiche. Ora spero di farlo per tutta la vita!''.