Sono presenti 614 interviste.

16/10/2020
LINEA
''Nella musica ora tutto è più veloce, usa e getta come per i rasoi...''

15/10/2020
MICO ARGIRO'
''Ho un’idea operaia della musica, che ti sporca le mani, per questo l’ho scelta come strada della mia vita...''

tutte le interviste


interviste

18/09/2020   LIBERO
  ''Inspirare, scrivere, incidere ed espirare...''

Dal raccontare i sentimenti e le emozioni che la propria terra dona alle influenze puramente etniche. Il nuovo singolo di Libero è “Mantra”, una canzone sensuale e diretta che ci fa ballare. Libero Reina ha pubblicato “9terre”, il suo album fortunato che lo ha portato su palchi importanti come quello della finale del BMA - Bologna Musica d’Autore, a Libera contro le Mafie, e ha sfiorato la finale del Premio De Andrè. L’album sarà l’ultimo uscito in formato compact disc e “Mantra” rappresenta il primo singolo di un nuovo periodo artistico per Libero all’insegna delle influenze etniche e dal vinile. È infatti stato annunciata l’uscita di un vinile in cui sarà contenuto un doppio singolo, che ci porta alla curiosità di sapere come saranno le proposte. Un cambio di stile importante con “Mantra”, che spiazza e conferma le influenze musicali del Mediterraneo per l’agrigentino Libero Reina.

Libero, un singolo che spiazza rispetto al tuo ultimo album. “Mantra” è la dichiarazione artistica al tuo interesse per le musiche del Mediterraneo? ''È proprio il risultato che volevo ottenere: stupire chi già conosce le mie canzoni. Chiaramente una lama a doppio taglio, ma sono felice di averlo fatto. I suoni del bacino del Mediterraneo sono ormai parte dei miei arrangiamenti e fanno leva anche sulla forma compositiva. Il mio è Ethno Pop!''.

Una canzone sensuale. Di cosa parla? ''Di ossessioni, di quello che ci resta dopo che il nostro universo si scontra dentro quello di qualcun altro''.

Qual è il tuo mantra? ''Quello di non aver mai paura di rifare le cose''.

In occasione dell’uscita del singolo hai pubblicato il lyric video, molto al di sopra delle aspettative della media dei video testuali che si pubblicano. Il videoclip lo pubblicherai tra qualche settimana. Puoi anticiparci qualcosa? ''Grazie! Collaborerò con una Body Painter romana, nascerà qualcosa di davvero interessante''.

Il singolo è uscito in occasione della finale del BMA. Come è andata? ''Il BMA è stato meraviglioso, sotto ogni punto di vista. Uno dei migliori Show Case Festival mai organizzati! Non ci hanno mai fatto sentire in competizione, eravamo i loro 6 finalisti e ci hanno portato avanti indistintamente. Laurino è un bravo artista, sono felice della sua vittoria''.

Arrivi sempre ad un passo dal bottino pieno: De Andrè e BMA. Stai maturando l’idea che prima o poi arriverà un bel trionfo? ''Continuo a lavorare ogni giorno per migliorare e fare sempre di più con la mia musica, e già questo per me è motivo di serenità. Il resto che arriva non può che rendermi felice!''.

Hai annunciato un doppio singolo su vinile. Come mai questa scelta? ''Perché credo che il formato CD sia ormai giunto a fine corsa. La musica digitale degli anni '90 è diversa da quella di adesso. È liquida, non ha bisogno di un supporto ad hoc''.

Il vinile è anche un supporto che esprime qualità per la musica ed è solo per un pubblico esclusivo e non rivolto alle masse. Pensi sia la scelta giusta? ''Sì, perché le la maggior parte delle persone ascolterebbero comunque tutto da Spotify & Co. Chi vuol supportare davvero l'artista sarà felice di stringere tra le mani un supporto dove la musica è tangibile perché incisa fisicamente''.

Il covid ha falciato i sogni di tanti artisti che come te avevano un calendario di live molto importante. Quali saranno i tuoi prossimi passi? ''Inspirare, scrivere, incidere ed espirare...''.

In bocca al lupo. ''Viva il lupo ❤️''.