Sono presenti 692 interviste.

26/01/2021
FRANCESCO MIRCOLI
''Sicuramente ho fatto tanti km, mi prefiggo di farne altrettanti...''

26/01/2021
IN.VISIBLE
''Un viaggio nelle aspettative della vita, nella disillusione, nella rabbia...''

tutte le interviste


interviste

15/12/2020   GIUSPI
  ''La musica è un organo integrante nel mio corpo, un canale dentro il quale scorre tutto ciò che provo...''

Quanta Giuspi c’è nella quotidianità e quanta Giulia nella musica? Soprattutto raccontaci un po’ di te... ''Giuspi e Giulia sono la stessa, identica cosa... Quando scrivo, canto e mi immergo nella musica sono al 100% me stessa, uguale nel quotidiano, non faccio distinzioni, forse mi sento più Giuspi che Giulia quando scherzo e faccio il "personaggio" su Internet, ma nella musica sono totalmente Giulia come nel quotidiano. Sono una persona estremamente solitaria e pensierosa, penso davvero tanto su ogni cosa, mi rendo conto di non essere affatto una persona semplice da capire, in fondo non mi sono mai sentita capita totalmente da qualcuno se non dalla mia famiglia, al tempo stesso quando amo qualcuno (in ogni forma di amore) mi lascio trasportare molto dalle emozioni, forse anche troppo, anche se tratto sempre con delicatezza le mie emozioni e soprattutto il mio modo di esternarle''.

È stato importante il contributo di Anita De Luca per finalizzare “Nata per scroccare”? ''Assolutamente sì! Anita ha dato ulteriori sfumature e colori al pezzo, senza di lei adesso non ci sarebbe quel meraviglioso arrangiamento ma solo un'acustica chitarra e voce che, per quanto possa essere affascinante e intima, ha i suoi limiti. Ogni arrangiamento ha il suo perché e grazie a quello di Anita il pezzo è stato stravolto, in senso buono, e soprattutto valorizzato''.

Per te cosa rappresenta la musica? ''Se dovessi spiegare con un concetto cosa sia per me la musica, direi che è come un organo integrante nel mio corpo, è una necessità, un canale dentro il quale scorre tutto ciò che provo, che penso e che a volte non vorrei provare. La musica è rifugio, quando sento che mi manca l'aria cerco sostegno nel suono di uno strumento e nella scrittura''.

Questo singolo anticipa un progetto più ampio? ''Certo! ''Nata per scroccare'' è solo l'inizio di un lunghissimo e importante progetto, ho ancora tante, troppe cose da dire che mi tengo dentro o che non riesco a dire semplicemente parlando, quindi stay tuned!''.