Sono presenti 869 interviste.

14/10/2021
DEX PASCAL
''Indossare delle maschere, alla lunga, ci fa vivere una vita che non ci appartiene...''

12/10/2021
1LY
''Ci sono ancora ragazzi che hanno tanti sogni e s'impegnano per realizzarli...''

tutte le interviste


interviste

15/04/2021   HERA
  ''La fame d’amore può essere messa a tacere attraverso l’amore sano, quello verso sé stessi...''

Dopo la pubblicazione di “Escape Room”, Hera prosegue la sua camaleontica rivoluzione artistica con “IL DUCA BIANCO”, secondo estratto dell’EP dell’artista, già in lavorazione, la cui uscita è programmata per l’autunno 2021. Il brano è stato scritto a quattro mani da Hera e Marco Canigiula (già autore per Annalisa, Emma Muscat, Biondo, Suor Cristina, Alessandro Casillo, Marta Daddato). L’arrangiamento è del producer Skywalker (Marta Daddato). Il sound moderno e incisivo del brano si amalgama con un beat aggressivo dove si inseriscono in modo chiaro e definito le armonie vocali. L’intera traccia è impreziosita dall’intervento del fisarmonicista Gianluca Pica.

Partiamo dalle presentazioni: chi sei, da dove vieni, qual è il tratto caratteristico della tua musica? ''Sono una cantautrice italiana. La mia città d’origine si trova nei pressi di un meraviglioso golfo nel basso Lazio, dove mare e montagna sono in perfetta armonia tra loro. Sin da piccola ho respirato musica per passione e interesse personale, non provengo da una famiglia di musicisti, credo che questa grande curiosità abbia influenzato il mio modo di esprimermi attraverso l’arte. Mi piace essere originale, mai scontata o banale, questo credo sia la peculiarità della mia musica''.

Come nasce un pezzo di Hera? Qual è il tuo modus operandi? ''Non c’è una regola, in linea di massima mi reco in studio con un’idea testuale o musicale, nata la maggior parte delle volte mentre sono alla guida della mia auto oppure di notte… diciamo che questi sono i due momenti in cui sono maggiormente creativa. Dato questo input iniziale ragiono con i miei partner musicali, lo staff di Cantieri Sonori capitanato da Marco Canigiula, e dopo aver trascorso svariate ore a confrontarci e lavorare su differenti spunti musicali, abbiamo la prima bozza del brano!''.

Di cosa vuoi parlare con “Il duca bianco”? ''Di dipendenza affettiva, un tema abbastanza delicato. Il racconto si conclude con una nota positiva, mi piace parlare di storie di vita quotidiana, ma il mio obiettivo è dare una testimonianza in grado di infondere sentimenti di speranza in chi ascolta. La “fame d’amore” può essere messa a tacere attraverso l’amore sano, quello verso sé stessi''.

Come dovrebbe essere, secondo te, un live perfetto? ''Voce, pianoforte e una location mozzafiato! In Italia siamo pieni di meravigliosi luoghi che rappresentano la fusione perfetta tra natura, storia e arte!''.