Sono presenti 869 interviste.

14/10/2021
DEX PASCAL
''Indossare delle maschere, alla lunga, ci fa vivere una vita che non ci appartiene...''

12/10/2021
1LY
''Ci sono ancora ragazzi che hanno tanti sogni e s'impegnano per realizzarli...''

tutte le interviste


interviste

11/05/2021   ALEXELL, ANDREA AREA & U'DAN
  ''Siamo abituati a dare un'icona ad ogni nostro umore, come se fosse un’etichetta...''

In occasione dell’uscita del loro nuovo Ep, intitolato ''Icon'', abbiamo fatto un paio di domande ad Alexell, Andrea Area e U’Dan.

Come avete deciso di lavorare insieme per questo progetto e come mai l’avete intitolato ''Icon''?
Andrea Area: ''È nato tutto da Alexell, infatti è lui che ha dato vita a questo progetto. Inizialmente la collaborazione era prevista per un solo brano, ''Slot Machine'', ma poi abbiamo visto che c'era molta sinergia e quindi siamo andati avanti con altri brani fino ad arrivare a chiudere un Ep''.
Alexell: ''Dopo che abbiamo incominciato a pensare a più collaborazioni, ci siamo ritrovati con più brani e siamo arrivati all’idea di creare un Ep. L’abbiamo intitolato ''Icon'', perché ormai siamo abituati a dare un'icona ad ogni nostro umore come se fosse un’etichetta''.
U’Dan: ''È nato tutto assolutamente per caso. Nel primo lockdown, era venuta l’idea ad Alexell di pubblicare ogni settimana un singolo su Instagram, così mi chiese di fare una strumentale e iniziammo da ''Slot Machine''. Da lì in avanti ci accorgemmo delle potenzialità di ogni singolo pezzo e così nacque l’idea di raccogliere il tutto in un Ep. La vera particolarità di questo progetto è l’esser stato realizzato interamente in videochiamata e questo diede l’idea anche per la copertina del disco''.

Una domanda per Alexell e Area: per quanto riguarda la fase di scrittura, come siete riusciti a lavorare sui testi insieme, in questo periodo particolare?
Andrea Area: ''È chiaro che lavorare in presenza è tutta un'altra storia, però, ormai, la tecnologia permette quasi tutto. È bastata qualche videochiamata, tanta compatibilità nelle idee e tutto è stato semplice''.
Alexell: ''La fortuna è che ci siamo evoluti e siamo connessi anche se lontani km, quindi queste piattaforme di videochiamate hanno giovato al nostro modus operandi''.

Come nasce invece una strumentale di U’Dan? Per questo ep, com’è stato il processo creativo?
U’Dan: ''Non seguo delle regole precise, infatti, da musicista, inizio sempre da delle armonie, al contrario di altri che magari hanno già una melodia in testa e ci costruiscono intorno tutto il resto. Lascio le melodie a chi scrive i testi, ma nascono sempre dopo la costruzione della strumentale ed è raro che mi arrivi una melodia e io ci debba armonizzare intorno. Questo ovviamente se si tratta di un beat un po’ più riflessivo, come può essere quello di ''Dorian Grey''. È così che fondamentalmente è stato il processo creativo di questo progetto. Io arrivo comunque dal mondo della musica da club o da festival, la cosiddetta EDM, infatti ''Serie A'' fa parte di quel mondo, adattato a quello che è il genere di Area e Alexell. Per quel tipo di produzioni entri in un mondo diverso da quello di un pezzo più riflessivo, nella mente lascio spazio a un mood di divertimento e spensieratezza che poi è quello che vuoi trasmettere a chi ascolta, soprattutto quando l’estate ormai è alle porte''.

Su quale dei più generi musicali che si alternano nell’Ep vi trovate più a vostro agio? Quali sono le vostre ispirazioni a livello artistico?
Andrea Area: ''Probabilmente mi rivedo molto in ''Slot Machine'', anche se ''In Rima al Mare'' potrebbe essere più in linea con i miei standard. Non mi limito mai ad un genere in particolare e, in ogni canzone, vado molto a istinto''.
Alexell: ''Direi su ''Canzone Triste'' perché è come se mi stessi sfogando senza parlare con nessuno È qualcosa di più intimo. È come se lo stessi dicendo a me stesso''.
U’Dan: ''Per quanto mi riguarda i due brani di punta sono ''Serie A'' e ''In Rima Al Mare'', semplicemente perché rispecchiano esattamente quello che mi piace fare e, soprattutto, sono i generi a cui punto per la mia carriera da produttore e Dj. Ho anche però un lato più malinconico, per questo ''Dorian Grey'' rimane il mio pezzo preferito di questo progetto''.

Quale sarà il vostro prossimo passo, ora? Ci aspettiamo un intero album, o qualche live, quando sarà possibile?
Andrea Area: ''Al momento non abbiamo nulla in cantiere, ma non escludo un altro progetto insieme, anzi. Da solista ho un po’ di roba che dovrebbe vedere luce nei prossimi mesi. Per quanto riguarda i live, invece, vista la situazione attuale, non ho nulla in programma''.
Alexell: ''Sicuramente faremo ancora qualcosa assieme e, magari, potrebbe proprio essere il seguito di ''Icon''…''.
U’Dan: ''L’idea di lavorare di nuovo insieme c’è, il quando non lo sappiamo e soprattutto non sappiamo se un disco o dei singoli, ma sicuramente faremo qualcos’altro molto presto! Quando si potrà tornare alla vita di un anno e mezzo fa, mi piacerebbe davvero tanto poter portare Icon in giro in live!''.