Sono presenti 869 interviste.

14/10/2021
DEX PASCAL
''Indossare delle maschere, alla lunga, ci fa vivere una vita che non ci appartiene...''

12/10/2021
1LY
''Ci sono ancora ragazzi che hanno tanti sogni e s'impegnano per realizzarli...''

tutte le interviste


interviste

18/06/2021   EAKOS
  ''Scrivo per ridimensionare le paranoie che non mi fanno dormire bene...''

C’è un producer, italiano o straniero, che apprezzi in particolar modo? ''Ce ne sono veramente tanti, è difficile dare una risposta univoca. Ogni produttore ha un suo personalissimo viaggio musicale, anche se spesso tendiamo ad uniformare ed etichettare i suoni che sentiamo''.

Il titolo del tuo nuovo singolo, “Che fatica”, parla chiaro. Quanto è stato difficile trovare uno spazio in una scena così piena di nomi? ''In realtà “Che Fatica” non si riferisce esattamente alla difficoltà nel trovare uno spazio all’interno della scena, ma può essere un’interessante interpretazione. "Che Fatica" è quel momento della vita in cui tutto sembra essere complicato o addirittura impossibile. Ho scritto questo brano proprio per ridimensionare delle paranoie che non mi facevano dormire bene''.

Quando hai concepito l’idea di “Che fatica”? ''Verso la fine del 2020, in un periodo in cui tutto sembrava essere davvero estenuante e quasi impossibile da affrontare. I problemi minori erano diventati giganteschi e i momenti di svago quasi inesistenti''.

Tra tutti i pezzi che hai scritto negli ultimi tempi, credi che “Che fatica” potrebbe essere il biglietto da visita ideale per chi vuole iniziare ad ascoltarti? ''Credo che, come tutti gli altri pezzi, “Che fatica” rappresenti una parte della mia personalità, quindi... perché no?''.

Tra le tue influenze principali c’è anche l’UK garage. Quali sono i tuoi ascolti principali in relazione a questo genere? ''Più che ascoltare i maggiori esponenti del genere, mi piacciono gli artisti che riescono ad utilizzare i suoni e alcune delle “regole” UK garage con estrema naturalezza, come ad esempio gli Everyone You Know, i Disclosure, Jamie XX, i Basement Jaxx all’epoca, e via dicendo''.