Sono presenti 869 interviste.

14/10/2021
DEX PASCAL
''Indossare delle maschere, alla lunga, ci fa vivere una vita che non ci appartiene...''

12/10/2021
1LY
''Ci sono ancora ragazzi che hanno tanti sogni e s'impegnano per realizzarli...''

tutte le interviste


interviste

22/06/2021   CARMINE IOANNA
  ''Avendo cominciato a 3 anni, non ho memoria di me stesso senza la fisarmonica...''

Ciao e bentrovato! Partiamo subito dal nuovo disco “Ioanna Music Company”, come è nato questo lavoro? ''Ciao, questo album é nato in diverse fasi. Alcuni brani li ho composti durante il primo lockdown,quando sono stato 3 mesi bloccato a Manuel Antonio in Costarica, altri all’inizio di quest’anno. Non riuscivo piú a suonare, c’era in me quasi una sorta di rifiuto di imbracciare la fisarmonica, un fatto che davvero mi ha segnato, dato che io non ho memoria di me senza il mio strumento avendo cominciato a 3 anni circa. Allora ho cercato di tramutare questo feeling cosi strano in qualcosa di positivo.e così ho cominciato a scrivere''.

In "Ioanna Music Company" hai formato una vera compagnia coinvolgendo musicisti e tecnici. Come hai scelto i tuoi compagni di viaggio? ''Avevo voglia di tornare sulle scene con qualche cosa di speciale. Ho raccolto quelli che ritengo tra i migliori musicisti con i quali abbia mai collaborato, stessa cosa per i tecnici del suono.Riguardo alla scenografia, mia moglie lavora con me al Cirque du Soleil, occupandosi proprio di scenografia proops, e lucina vera eccellenza, e quindi è stato facile coinvolgerla nel darci una mano''.

Interessante l'idea, anche simbolica, di registrare il lavoro dal vivo in teatro. Spiegaci le motivazioni che ti hanno spinto verso questa scelta. ''E' un po l’idea intorno alla quale ho costruito l'album: la compagnia, la condivisione. Lo abbiamo registrato dal primo al tre maggio 2021, si cominciava a respirare un po' di ottimismo e di speranza per il nostro settore dopo mesi di un assordante silenzio, anche da parte delle istituzioni, volevo cristallizzare questo momento, e quale posto migliore di un teatro? Ricordo ancora che il primo giorno che siamo entrati è stato molto commovente, quasi surreale''.

Suoni uno strumento forse poco usuale nel 2021. Cosa significa, per te, essere un fisarmonicista ai giorni nostri? ''Io amo il mio strumento. Mi ha accompagnato per tutta la mia vita fin da quando ero bambino. viaggiando per il mondo ho capito che ci sono tanti retaggi culturali che spesso ne ostacolano una visione completa. É uno strumento presente in tantissime culture popolari, dal Sud America ai Balcani, alla Russia o al sud dell’Italia da dove io provengo. In fondo anche per questo probabilmente ho cominciato così presto a suonarla, anche se poi ho fatto gli studi classici, ma ho sempre pensato che uno strumento non è altro che un mezzo per trasmettere le emozioni da chi suona a chi ascolta, niente di piú, cioè non credo che se Charlie Parker anziché il sassofono avesse suonato un altro strumento avesse detto cose meno interessanti ed innovative. Quello che conta è quello che hai dentro e cosa ti spinge a suonare''.

Che consigli daresti a un giovane che volesse approcciarsi a questo strumento? ''Sicuramente di studiare tanto e di andare alla ricerca di sé stesso attraverso lo strumento. E' indubbiamente piú difficile farlo con la fisarmonica che con altri strumenti perché non ci sono moltissimi riferimenti, se non Antonello Salis, Richard Galliano e pochi altri che hanno cercato di portare linguaggi nuovi e di sperimentare con questo strumento, ma può esserlo, almeno per me lo è molto piú stimolante, perché si corre meno il rischio di somigliare a qualcun’altro, e quindi si è costretti a trovare un proprio modo di suonare, meno codificato. Ecco, a me questo piace molto...''.

Sappiamo che sarai in tour. Ci ricordi i tuoi prossimi appuntamenti dal vivo? ''Cominceremo il 19 giugno, dal Castello di Grottaminarda, poi il 20 andremo a Urbino Plays Jazz, 26 giugno al teatro di Cagli con ''Il ritorno di Colombo”, il 1° luglio a Salerno, il 4 luglio al Festival del Fumetto con Roy Paci, l’8 luglio al Crossroads jazz, il 9 luglio a Montella (AV), 15 luglio Castelfidardo, 19 luglio Pozzuoli Jazz, il 22 Luglio a Lugano, il 24 a Udine, il 29 al Pietrelcina Jazz, il 30 luglio a Castelfranci per l’Accordion Day, 5 agosto al Goleto Music Fest, 7 agosto in Sardegna, 8 agosto Reggio Calabria e tante altre date sono in fase di chiusura, fino a novembre quando ripartirò per un altro giro con il Cirque du Soleil negli Stati Uniti. Comunque tutti gli aggiornamenti saranno su www.carmineioannaofficial.com''.