Sono presenti 869 interviste.

14/10/2021
DEX PASCAL
''Indossare delle maschere, alla lunga, ci fa vivere una vita che non ci appartiene...''

12/10/2021
1LY
''Ci sono ancora ragazzi che hanno tanti sogni e s'impegnano per realizzarli...''

tutte le interviste


interviste

22/09/2021   IOZ
  ''La musica non ha limiti, è un mezzo di comunicazione a 360 gradi nel quale potersi identificare...''

Cosa stai ascoltando in questo periodo? ''Ultimamente sto ascoltando molto spesso Madame e Leon Faun. Le loro ultime uscite e collaborazioni mi sono piaciute molto. Tra i miei ascolti non può mai mancare nel mentre qualche classico pezzo del passato Hip Hop, come quelli di Fibra nei suoi primi progetti, Neffa dal suo passato fino a quelle di oggi, e i Club Dogo nel loro percorso evolutivo''.

C’è un’esperienza particolare legata a questo percorso della musica che ti porterai dietro per tutta la vita? ''Mi piace ricordare il momento del primo EP, quando in quarantena, ci siamo trovati io e Alessio per chiuderci in una stanza per realizzare al meglio il progetto. Il tutto è nato e concluso in una settimana intensa di lavoro. Giorno e notte, abbiamo lavorato con delle vibes indimenticabili! Eravamo super soddisfatti di noi stessi ed è questa la forza che ci spinge a voler sempre di più, cercando di migliorarsi sempre giorno dopo giorno''.

Quali sono secondo te i tre album rap che tutti dovrebbero ascoltare almeno una volta? ''I tre album rap che consiglio a tutti almeno una volta sono: ''Musica per bambini'' di Rancore, ''Persona'' di Marracash, ''L’uomo che viaggiava nel vento e altri racconti di brezze e correnti'' di Murubutu''.

Qual è stato il momento in cui hai capito che la musica sarebbe stata la tua strada? ''Il momento in cui ho capito che la musica sarebbe stata la mia strada è quando abbiamo fatto uscire ''Havana'', la nostra prima canzone ufficiale sulle piattaforme. Assieme alle sue imperfezioni porta un valore altissimo a livello sentimentale. I momenti restano insieme alla canzone stessa. Con le uscite successive, le persone mi dicevano che si rivedevano nelle nostre canzoni. In quello che esprimevamo. Questa cosa mi ha fatto capire che questa era la strada che avrei voluto percorrere nel miglior modo possibile''.

Oltre al rap qual è il tuo genere musicale preferito? ''Oltre il rap ascolto molto Dub/Raggae, Pop e Rock e tanti altri generi che mi stimolano con messaggi differenti. Per me la musica, come ogni forma d’arte, non ha limiti. Un mezzo di comunicazione a 360 gradi nel quale potersi ritrovare o identificare''.