Sono presenti 869 interviste.

14/10/2021
DEX PASCAL
''Indossare delle maschere, alla lunga, ci fa vivere una vita che non ci appartiene...''

12/10/2021
1LY
''Ci sono ancora ragazzi che hanno tanti sogni e s'impegnano per realizzarli...''

tutte le interviste


interviste

30/09/2021   DANIELE MARTONE
  ''L'amore ci accomuna tutti e rende uguali...''

Dal 10 settembre è disponibile in rotazione radiofonica “ANDATA&RITORNO”, brano di DANIELE MARTONE. Il pezzo è già presente su tutte le piattaforme di streaming. “ANDATA&RITORNO” è una canzone in cui l’autore, DANIELE MARTONE, racconta la storia d’amore tra due persone che continuano a cercarsi pur essendo ormai “distanti”, entrambi coinvolti in nuove avventure con l’intento di andare avanti. Ma, come spesso accade, il piano razionale e quello emotivo non sempre coincidono, e i due finiscono per ritrovarsi ancora una volta. «Che sia bianco, che sia nero, che sia tra uomo e donna o tra donna e donna o uomo e uomo: l’amore ci accomuna tutti e rende uguali – spiega l’artista a proposito del nuovo brano e del significato che racchiude - Siamo capaci di fare cose straordinarie per amore e non c’è differenza in questo perché chiunque è capace di amare. L’amore è amore».

Hai voglia di raccontarci un po’ chi sei? ''Scoprii la musica all’età di nove anni circa, quando nel garage di casa mia suonavano i “CrazyX”, la rock band di paese in cui mio fratello suonava la chitarra elettrica. Ricordo che passavo il mio tempo ad ascoltarli seduto sul cofano della Panda dei miei genitori ogni talvolta che facevano le prove. So solo che ne rimasi affascinato ed elettrizzato al tal punto che non riuscivo più a non pensare alla musica nella mia quotidianità. Dopo qualche mese, con l’arrivo del Natale, chiesi a mio padre di regalarmi una tastiera musicale e così poco a poco cominciai a “toccare” la musica con mano. Dopo poco mi avvicinai alla chitarra acustica grazie all’aiuto pratico proprio di mio fratello che mi insegnò i primi accordi, il famoso “giro di do”. Da lì in poi fu tutto un crescendo ed un continuo studiare tecniche e accordi per chitarra, giorno dopo giorno. Ricordo che, mentre i miei compagni di scuola venivano a citofonarmi per giocare in cortile, rispondevo loro che non potevo uscire perché stavo studiando e che li avrei raggiunti forse più tardi. All’età di dodici anni, il professore di musica delle scuole medie si accorse di me e di questa forte passione musicale ed è lui che mi avvicinò al canto facendomi esibire la prima volta in un duetto nel saggio di fine anno scolastico. Devo dire che si rivelò un successone... ahahah... Da lì cominciai ad interessarmi anche al canto, ma le lezioni di canto costavano molto ed io già praticavo il karate come sport disciplinare e non volevo abbandonarlo perché mi faceva stare bene. Così continuai a studiare da autodidatta fino a che non cominciai a lavoricchiare per potermi pagare le lezioni di canto, e coach dopo coach, pur avendo già una buona base che i miei insegnanti definirono un “dono”, appresi da loro le migliorie e le tecniche corrette per affrontare serate intere senza ritrovarmi il giorno dopo senza voce''.

Come è nata l’ispirazione per il tuo ultimo singolo? ''ANDATA&RITORNO nasce da un sentimento vissuto in pieno dal sottoscritto qualche anno fa, da un amore che è difficile da spiegare perché ciò che entrambi abbiamo provato l’uno per l’altro è stato indescrivibile, e sia io che lei non riuscivamo ad avere un importante avvicinamento con altre persone e cercando qualcosa che ci appartenesse in un’altra relazione ci rendemmo conto, mesi e mesi dopo, che ciò che stavamo cercando eravamo noi. Non riuscivo a trovare il modo e le parole per comunicarglielo e così inconsciamente una sera di agosto, con la chitarra tra le mani, una birra sul tavolo ed il pensiero costante di dove lei fosse, con chi fosse e se stesse ancora pensando a me, a noi, cominciai a suonare e le parole, ciò di cui più semplice volevo dirle, uscirono fuori. Fu talmente forte l’emozione che per giorni ebbi il “magone” nello stomaco ogni qualvolta che la suonavo. Da lì a qualche settimana dopo nacque l’ep “Ciò che ancora non ti ho detto”. ANDATA&RITORNO ne fa parte ed è il terzo di cinque brani inediti''.

Che cosa ascolti quando non sei impegnato nella creazione di un nuovo pezzo? ''Mi piace ascoltare musica di ogni genere, dalle nuove uscite nazionali/internazionali ad artisti già affermati. Non mi fermo ad ascoltare un solo genere musicale o artista per non essere troppo influenzato, ciò mi permette di essere aperto e dare sfogo ai miei nuovi progetti senza cadere troppo su uno stile musicale''.

Che cosa possiamo aspettarci dal futuro di Daniele Martone? ''In questo periodo sono in studio di registrazione per la realizzazione di un album/progetto di 10 brani completamente scritti e composti da me, in cui stiamo sperimentando nuovi sound commerciali e non. Un lavoro che mi sta emozionando parecchio, ma non vi dico altro perché sono “lavori in corso”, ahahah... Ciò che credo è di riuscire a metterlo fuori per questo inverno e che sarà un progetto di crescita e di evoluzione musicale per me. Quindi, stay tuned, stay rock!''.