Sono presenti 869 interviste.

14/10/2021
DEX PASCAL
''Indossare delle maschere, alla lunga, ci fa vivere una vita che non ci appartiene...''

12/10/2021
1LY
''Ci sono ancora ragazzi che hanno tanti sogni e s'impegnano per realizzarli...''

tutte le interviste


interviste

30/09/2021   MASSIMETTO
  ''Attualmente nessuno si sta inventando nulla di nuovo, i riferimenti sono molto evidenti''

Dal 3 settembre è disponibile in rotazione radiofonica “... DI MODA”, il nuovo singolo di MASSIMETTO. “... Di moda” è la storia di un amore a prima vista con una ragazza conosciuta al mare, talmente bella che l’autore a malapena riesce a presentarsi, ma ci prova lo stesso cantandole l’iconico “Hello, I love you. Won’t you tell me your name?” dei Doors. Utilizzando lo stile di Jim Morrison e citandone gli indimenticabili successi, Massimetto ci regala una canzone d’amore che vuole anche essere un omaggio all’artista scomparso cinquant’anni fa.

Hai voglia di raccontarci un po’ chi sei? ''Sono un bassista da oltre vent’anni, ho suonato con molte band di blues, soul e swing. Ho studiato con due grandi bassisti: Pino Saracini e Massimo Moriconi, che mi hanno aperto un mondo sul ruolo del basso sia ritmicamente che armonicamente, la passione e la curiosità mi spingevano sempre ad ascoltare tutti gli strumenti e quello che girava intono ad un pezzo ed è per questo che ho iniziato a comporre''.

Come è nata l’ispirazione per il tuo ultimo singolo? ''La canzone è nata al mare, ho conosciuto una ragazza e nelle presentazioni è scattato l’imbarazzo. Quando succede così avresti voluto dire o fare tante altre cose, per esempio avrei voluto cantarle il brano dei Doors: ''hello I love you''… da questo motivetto è nata la canzone''.

Che cosa ascolti quando non sei impegnato nella creazione di un nuovo pezzo? ''Ho ascoltato e ascolto sempre molta musica, spesso ascolto con molta nostalgia la musica con cui sono cresciuto: Doors, Led Zeppelin, BB King, Clapton, ma allo stesso tempo sono sempre attento alle novità. Mi piace ascoltare soprattutto i suoni e come vengono arrangiate le canzoni, ogni periodo musicale ha le sue mode, per esempio il suono di batteria, loop o addirittura la durata della canzone o di un assolo, insomma ascolto per studiare. Attualmente nessuno si sta inventando nulla di nuovo, però a qualcuno riesce bene fare della buona musica anche con riferimenti molto evidenti''.

Che cosa possiamo aspettarci dal futuro di Massimetto? ''Usciranno altri due singoli per poi far uscire l’album completo. Vorrei stampare delle copie anche in vinile, mi sono sempre piaciuti e a quanto pare nei live c’è sempre il cultore che lo chiede. Spero di suonare in più club possibili, anche fuori dalla mia regione, i miei pezzi sono in italiano ma molto soul e blues, che a quanto pare sono generi ancora apprezzati nei piccoli club''.