Sono presenti 310 recensioni concerti.


THE ROLLING STONES "Live Stadio San Siro Milano 21-06-22"
   (2022)


EINSTURZENDE NEUBAUTEN "Live Teatro Colosseo Torino 25-05-22"
   (2022)

tutte recensioni concerti


recensioni concerti

NATALIA PAVIOLO   "Live Auditorium Parco della Musica Roma 14-02-22"
   (2022)

Si è svolto lunedì sera all’Auditorium Parco della Musica il concerto di Natalia Paviolo, pianista e compositrice italo-argentina, dedicato al sentimento che ci lega tutti: l’amore. Nel giorno di San Valentino, Natalia ha espresso la nostalgia della separazione e della dimenticanza e la gioia del ritrovarsi insieme, proponendo i suoi brani originali e reinterpretando in chiave moderna brani celebri della tradizione. In un’atmosfera intima ed essenziale, l’artista ha condiviso le sue melodie e le storie personali che le hanno ispirate, attraverso un dialogo continuo tra i due Paesi in cui affonda le sue radici: Italia e Argentina. Numerosi gli ospiti del mondo dello spettacolo che hanno animato la serata, ospitata dalla sala Gianni Borgna tutta esaurita per l’occasione. Tra questi le attrici Alessandra Carrillo, Marina Kasankova, Maresa Merlino, Milena Miconi, Raffaella Camarda e Rita Statte. A completare il parterre delle celebrità l’attore Luca Capuano e la conduttrice televisiva Sofia Bruscoli.

Nella sua prima assoluta all’Auditorium, la Paviolo è stata accolta dagli applausi del pubblico, capace di apprezzare le mille sfumature di una proposta artistica che ha fuso immagini di digital art con la profondità del pianoforte. Grazie anche all’accompagnamento di strumenti virtuali, gli spettatori sono stati condotti in un vero e proprio viaggio tra diverse emozioni in piena libertà. Nel corso dello spettacolo è stato presentato il videoclip di “Oblivion”, interpretato magistralmente dalla Paviolo e diretto da Christian Marazziti, il noto attore, regista e sceneggiatore che ha rappresentato artisticamente questo tango di Astor Piazzolla dalla melodia struggente, lirica e introspettiva. “L’idea del videoclip – spiega Christian Marazziti – “nasce dall’esigenza di raccontare una storia poetica, sincera e profonda. Lo spettatore si ritrova catapultato in questo viaggio straordinario, nel quale l’amore è protagonista al di fuori dello spazio e del tempo, senza limiti. Dove quel sentimento così distante e lontano torna a vivere ed a danzare”.

Natalia ha interpretato anche ''Libertango-Violentango'' di Piazzolla, omaggiando il centesimo anniversario della nascita del compositore. La musicista si è congedata dal pubblico con “Amazonia”, brano finale dedicato alla natura e alla nostra terra, che riecheggia il ritmo di una corsa disperata attraverso la foresta, in fuga dalla devastazione che la sta divorando. Una composizione dalla forte valenza emotiva, che ha spinto il pubblico a chiedere il bis. L’anima italiana e quella argentina di Natalia si fondono nella sua espressione artistica. Due Paesi con forti vincoli, ma separati da un oceano che ha sempre alimentato quel sentimento di lontananza e oblio che ha ispirato la serata. La musica dell’autrice mantiene sempre al centro il suono meraviglioso del pianoforte. I suoi brani vengono utilizzati soprattutto per immagini, pubblicità, danza, cinema e teatro. Nelle sue performance dal vivo si percepisce tutta l’energia e l’emotività di un’artista che vuole sempre stupire con sonorità nuove e melodie profondamente sentite.