Sono presenti 278 recensioni concerti.


OUGHT "Live Ohibò Milano 11-11-18"
   (2018)


BABA SISSOKO "Live Nadir Padova 08-11-18"
   (2018)

tutte recensioni concerti


recensioni concerti

STEFANO BOLLANI   "Live Teatro Comunale Alessandria 11-03-2008"
   (2008)

Bollani Carioca: questo è il nome dell’ultimo progetto nato dalla fertilissima fantasia di Stefano Bollani, uno dei più importanti pianisti non solo italiani, ma al mondo, oltre che un grandissimo uomo di spettacolo. Musicista, imitatore, cantante, pianista, compositore, capace di spaziare tra i generi più svariati, capacità che l’ha portato a collaborare tanto con artisti pop (Elio e le Storie Tese, Giorgia, Raf, Jovanotti) quanto con i più importanti jazzisti al mondo (Pat Metheny, Richard Galliano, Gato Barbieri). Molte quindi le attese da parte del pubblico, che magari ha conosciuto Bollani solo per le sue performance ironiche in TV. In realtà in questo tour lo spazio è quasi tutto solo per il Bollani pianista “serio”. Si tratta infatti di un sentito omaggio alla musica brasiliana, che ha conosciuto in occasione del suo primo concerto in Brasile, quando ha avuto la possibilità di registrare con alcuni mostri sacri di Rio. Il risultato di quelle session è stato il cd “Bollani Carioca” uscito sul finire dello scorso anno, che ha convinto talmente il pianista italiano, da decidere di proporlo anche in versione live. Accompagnato da un quintetto tutto “verde oro” (Zè Nogueira al sassofono e direzione, Marco Pereira alla chitarra, Jorge Helger al contrabbasso, Jurim Moreira alla batteria, Armando Marçal alle percussioni, tutti eccezionali musicisti), Bollani propone una vera e propria full immersion di due ore nella musica brasiliana, a partire da “Samba y Amor” del grande Chico Buarque, anche se non solo di samba si tratta. O meglio, non del samba come lo si potrebbe intendere: la scelta, infatti, è quella di lasciar da parte le composizioni più famose (e banali) per andare alla radice del samba, proponedo autori meno conosciuti della prima generazione, come anche gli autori contemporanei. Completamente a suo agio con la musica brasiliana così come con l’idioma di quella terra, anche se spesso si intravedono accenni di jazz della miglior qualità, con questo progetto Bollani ancora una volta dimostra tutte le sue grandi qualità di interprete ed esecutore, che sa spaziare tra i generi, mettendo comunque una forte impronta personale in tutto quello che propone. (Giorgio Zito)